ITALIAN DIGITAL ART EXPERIENCE

BRIGHT ART

ITALIAN DIGITAL ART EXPERIENCE

6 JULY - 31 AUGUST 2022
MILAN, ITALY

We are pleased to announce a new stage in our project to promote Italian digital creativity!   

MEET, the International Centre for Digital Art and Culture located in the heart of Milan, presents for the first time in Italy an exhibition dedicated to digital projects produced in our country by 27 creative studios which stood out for their ability to innovate, experiment and develop new forms of artistic expression.

From July 6th to August 31st, you can immerse yourself in the immersive and video mapping artworks created by 27 Italian digital art studios surprising and fascinating visitors from all over the world with their creativity in recent years. 

A journey through images, sounds and visual narratives made in Italy designed to offer an overview of the styles, languages and techniques used in the production of shows and digital content of the highest level. 

Italian Digital art Experience is an exhibition by MEET, curated by Stefano Fake, in collaboration with Bright Festival.

The collective exhibition stems from the itinerant project Farnesina Digital Art Experience, promoted by the Ministry of Foreign Affairs and International Cooperation. 

 

Exhibition programme:

The group exhibition will include works created by 27 Italian creative studios working in the experimentation and production of digital audiovisual installations, gathered within three thematic areas:

> The main hall will host the first collective immersive art project ever realised in the world: “Farnesina Immersive art Experience”. 

A work lasting over  60 minutes, designed to envelop the spectator in a spectacle of images, sounds and visual narratives inspired by the themes of art, history, literature and current affairs.

> A first gallery will be dedicated to the art of videomapping, with the scale reproduction of the shows realised by Italian digital creators in the international stages of the project. These include the famous show created on the Palazzo della Farnesina, which kicked off the project in 2019.

> The second gallery will host some of the installations that have been hosted in recent years by European festivals. 

More info on programme and tickets can be found at the link:  https://www.meetcenter.it/it/estate-al-meet/

The artists:

Antaless Visual Design (Palermo), Antica Proietteria (Reggio Emilia), Apparati Effimeri (Bologna), AreaOdeon (Monza), Delumen (Modena), FLxER (Roma), Full Frames (Montecatini), High Files Visuals (Torino), Immersive Media Studio (Siena/Milano), Kanaka Studio (Avellino), Karmachina (Milano), Leandro Summo (Bari), Luca Agnani Studio (Macerata), MammasONica (Catania), Michele Pusceddu (Cagliari), MONOGRID (Firenze), Mou Factory (Cremona), Odd Agency (Palermo), OLO Creative Farm (Como), OOOPStudio (Reggio Emilia), Plasmedia (Lecce/Foligno), Pixel Shapes (Ragusa), Proforma Video Design (Livorno), Rorschach Visual Project (Piacenza), Sinapsi Videomapping Lab (Genova), THE FAKE FACTORY (Firenze/Milano), WOA Creative Company (Milano).

 

MEET (www.meetcenter.it) is the International Centre for Digital Art and Culture in Milan. Born with the support of Fondazione Cariplo, it wants to contribute to bridging the Italian digital divide in the conviction that innovation is a cultural fact, even before being technological. In addition to the Meet the Media Guru series of meetings with the protagonists of world innovation, MEET promotes cross-fertilisation programmes between digital creatives and companies, actions and paths dedicated to innovation for culture, exhibition projects, and site-specific installations for Italian and international institutions. A 1500 square metre space that Carlo Ratti Associati has reinterpreted starting from the concept of a digital culture centre, working on the idea of fluidity, interconnection and participation. Main partner of MEET is Intesa Sanpaolo. Partners of the digital culture centre are Artemide, Mediatrade, ETT Solutions and George Brown College in Toronto.


Night at the museum _Dewalta

DEWALTA

NIGHT AT THE MUSEUM

BRIGHT MUSIC

NIGHT AT THE MUSEUM _DEWALTA

19 MARCH 2022

A special night for all electronic music and clubbing lovers!

We can’t describe the atmosphere we breathed all night long as digital art and underground music transformed the halls of the stunning Kunstkraftwerk Leipzig!

DeWalta, one of the most appreciated producers on the Berlin scene and beyond, performed live surrounded by immersive art shows designed by a team of international artists.

For the audience, an overwhelming experience.
For us, the endless excitement of being back on the dancefloor after so many months away.

Thanks to all the digital & music artists, technicians, workers and, of course, attendees who contributed to making this night magic.

 

LINE UP:

Dewalta (Special Guest)
Weg (Watergate Berlino)
novae (Brotfrabrik Lipsia)


Flight Firenze 2021

FLIGHT FIRENZE

BRIGHT FESTIVAL EVENTS

FLIGHT FIRENZE

DIC 8 2021 - GEN 6 2022

From 8 December 2021 to 6 January 2022, the city of Florence is transformed into an open-air gallery hosting digital art projects on the surfaces of the city’s buildings and monuments.

Two of our projects have been accepted and will animate the architectural surface of two of the most iconic buildings in the city: the Spedale degli Innocenti in Piazza SS.Annunziata and Ponte Vecchio.

For the occasion, we involved a collective of Italian artists that includes visual artists, motion designers, 3d designers and sound designers under the name MetaExperience.

 

PRESS:

SKY ARTE
FLIGHT FIRENZE

These two projects were carried out in collaboration with the MUNICIPALITY OF FLORENCE and MUSE FIRENZE
and with the contribution of


Mascagni Festival

MASCAGNI FESTIVAL

BRIGHT FESTIVAL EVENTS

MASCAGNI FESTIVAL

SEPTEMBER 1-5 2021

From 1 to 5 September 2021, the suggestive seafront of Livorno hosted the digital art show that we created on the occasion of the Mascagni Festival, in collaboration with IMMERSIVA.

Seven Italian art studios (made up of visual artists, 3d animators and sound designers) were invited to create an unprecedented video mapping show, inspired by the history and music of the famous Livorno-based composer Pietro Mascagni.

The event, open to the public, was repeated for 5 days, arousing amazement and wonder in the more than 5,000 visitors who attended the video projections on the facade of the Grand Hotel Palazzo.

Studios and artists involved:Apparati Effimeri 
Luca Agnani Studio
Mou Factory
Elisa Nieli 
Edoardo Berti
Davide Finazzi
Pro Forma Studio

PRESS:

Il Messaggero
Il Tirreno
Comune di Livorno 

This project was carried out in collaboration with Immersiva Livorno, with the contribution of


Bright Festival Connect 2021_ Leipzig

BRIGHT FESTIVAL EVENTS

BRIGHT FESTIVAL CONNECT 2021

21-24 OCT 2021

Despite the difficulties of the period, Bright Festival Connect returned in Leipzig with its second edition gathering artists, institutions, enterprises and visitors worldwide through the new languages of digital creativity. 

4 days and 3 nights of exciting events, 30+ design studios and international enterprises, 40+ installations, performances and shows ran in the stunning spaces of the Kunstkraftwerk from 21 to 24 October 2021.  

Over 3000 visitors lived a magical journey through digital & interactive installations, immersive art shows, dj sets, light & sound experiences designed by worldwide creative studios and artists.

Find out the artists and watch the highlights


Verboten Berlin_ immersive hybrid show_ en

VERBOTEN BERLIN

IMMERSIVE HYBRID SHOW

BRIGHT FESTIVAL EVENTS

VERBOTEN BERLIN

Immersive hybrid show

JUNE 28TH 2021

For the first time, the German duo Verboten Berlin performed live surrounded by 360 immersive art shows! 

Fourteen of the best Italian digital artists met up to design this extraordinary immersive art experience; an exciting path through multimedia narratives and new technologies, offering a wide overview of the most innovative styles and techniques in digital production!

Respecting all safety regulations, a limited number of visitors were allowed to attend this unedited show, designed to celebrate the connection between cultures and countries through the new languages of contemporary art.

Discover more

 

CREDITS

Project: Bright Festival, Kunstkraftwerk Leipzig GmbH

Visual show design: https://lnkd.in/dcXv9r4

Video editing: Perception tech

Partners: Beatport, #FazeMagazin, TicketSwap



Bright Educational online_international edition

BRIGHT FESTIVAL EVENTS

BRIGHT EDUCATIONAL ONLINE

International edition

23 - 24- 25 APRILE 2021

BRIGHT EDUCATIONAL 2021- PROFESSIONS OF THE FUTURE

On April 23-24-25, the first international edition of Bright Educational online held on our digital platform!

Professors, experts and representatives from international universities and enterprises in the digital creative sector gathered to rule on the new trends and job opportunities born with digital transformation.

The program included over 52hours of lectures, workshops, talks, and masterclasses in Digital Art, Lighting Design, and Electronic Music. See more

PARTNERS 

Kunstkraftwerk Leipzig – Wacom – Derivative (Touch Designer) – Notch – Beatport – Ticketswap – Woa Creative Company – Disguise – Loopmaster – Samplesound – Jade Green Productions – Università degli Studi di Firenze – IED – New York Film Academy – Istituto Marangoni – Istituto Modartech – Fondazione Fashion Research Italy – Accademia Cappiello – Skyup Academy – Italian Design Institute



Bright Festival Connect 2020

BRIGHT FESTIVAL EVENTS

BRIGHT FESTIVAL CONNECT 2020

23-24 - 25 OCTOBER 2020

The international community of digital artists and creative industry professionals, moved to Leipzig for three days of exciting events.

During the day: meetings, digital installations, VR and immersive experiences curated by experts and designers from all over Europe.

In the evening audio-visual shows and live set performed by international artists took place in the fascinating spaces of Kunstkraftwerk.
A new ambience dedicated to the digital creativity in which attendees could get in touch with new technologies and live immersive experiences.

The event took place in accordance with all the advices from the German health authorities. Read more


Ancient Future live stream: quando la musica diventa bella da vedere

Pochi giorni fa abbiamo avuto il piacere di promuovere la prima visione di ANCIENT FUTURE, il live stream realizzato da Luca Bacchetti all’interno di una splendida fortezza medievale nel cuore della Toscana: un viaggio musicale nato per connettere passato e futuro attraverso i linguaggi contemporanei della musica elettronica e della new media art, con quel tocco poetico che ha sempre caratterizzato questo artista. 

Grazie alla collaborazione con Future Classics, Ancient Future è stato il primo contenuto digitale firmato Bright_Music, la sezione di Bright Festival che promuove la musica elettronica e le iniziative legate alla club culture.

Luca Bacchetti è sicuramente uno degli artisti italiani che ha riscosso maggiore successo nella scena elettronica internazionale: le sue produzioni e i suoi live set lo hanno portato in questi anni ad esibirsi in oltre 80 paesi, in alcuni dei club e dei festival più importanti del mondo.  

Gli abbiamo fatto qualche domanda sul concept e sulle ispirazioni artistiche che lo hanno guidato in questo progetto…

Una diretta streaming mozzafiato, studiata nei minimi dettagli, con un ottimo lavoro di regia alle spalle. Da dove nasce questa idea e perché proprio in questo scenario?
Eravamo in pieno lockdown e stavo guardando alcuni live stream realizzati da artisti e colleghi, interessanti musicalmente ma spesso scollegati dal contesto. Il modo in cui suono e’ sempre stato influenzato dal luogo in cui mi trovo. Su una spiaggia a Tulum di certo non suono come invece farei in un club a Berlino… la musica cambia, quello che non cambia e’ il gusto che definisce ogni identità. Ho pensato che questo aspetto dovesse riflettersi anche in una live stream e da qui è nata l’idea di realizzarne uno nella mia terra, ma con obbiettivi diversi: narrare una storia e utilizzare la musica elettronica come colonna sonora per il luogo in cui mi trovavo, in questo caso la Fortezza di Verrucole, che si trova a pochi chilometri da dove vivo; per certi versi un discorso continuativo dell’album che ho registrato proprio qui in Toscana. Devo dire che ho trovato in Giovanni il partner perfetto: come vedi le sue immagini hanno profondita’, non ci sono grandangoli che appiattiscono le scene, c’e’ grande cura per il dettaglio. E’ stato stimolante lavorare insieme alla ricerca di un dialogo l’audio e il video.

Durante la diretta abbiamo avuto il piacere di ascoltare le tue tracce mixate a quelle di altri artisti del momento… cosa ti ha ispirato durante il set? Hai inserito anche qualche traccia inedita?
Ho cercato di selezionare le song in modo diverso, non facendomi influenzare dall’usanza ormai diffusa di mettere solo tracce unreleased. In questo progetto la priorità era essere contemporaneo musicalmente proponendo ciò che mi ha colpito in questo periodo. Per questo motivo nel set si ritrovano John Hopkins, Lord Of The Isles, Shed, Juan Maclean… e si, anche qualcosa di nuovo come il remix di Marcus Worgull di Soma Souls, che uscirà ad Ottobre su ENDLESS.

 Luca Bacchetti_ Credit: Giorgio Leone

Un live stream come questo non si realizza proprio tutti i giorni. Come hai vissuto questa esperienza da art director
Ogni cosa che faccio deve avere un significato. In questo caso ho cercato di pensare un po’ come un regista e un pò come un music advisor: volevo stabilire un legame tra la mia musica e le immagini della natura, sfruttando lo scenario intorno a me per enfatizzare il contrasto tra antico e moderno.

Viviamo un periodo decisamente drammatico per tutto il settore musicale e performativo.  Come hai affrontato questi mesi durissimi e quali sono le tue idee per il futuro? 
Sono stati mesi in cui ho capito ancora di piu’ che la mia creatività si nutre essenzialmente di vita, di immagini. Il fatto di non poter viaggiare o semplicemente muoversi non mi ha reso particolarmente creativo in studio. Al contrario, in questi mesi ho ascoltato moltissima musica, concentrandomi di piu’ sulla mia parte di DJ. Sono abituato a viaggiare moltissimo e scoprire posti nuovi; per me questo e’ benzina sul fuoco della creatività, una parte essenziale del mio lavoro. Sul versante discografico ho da qualche mese pubblicato ‘Secret World’ il mio primo album ma sto gia’ pensando ad una direzione nuova per il prossimo.  Nel frattempo ci saranno nuovi remix in arrivo. Riguardo la situazione attuale, mi auguro che si trovi un vaccino prima possibile. In tutta onestà, se adesso avessi la possibilita’ di suonare di fronte ad un assembramento di persone che ballano non mi sentirei a posto con me stesso, ma piuttosto un egoista. Il buon senso ci dice che dobbiamo attendere ancora un po’.

Fortezza delle Verrucole, Lucca_ Credit: Giorgio Leone

Negli ultimi anni i video hanno assunto un ruolo sempre più determinante nel mondo della musica elettronica: dai primi video girati in pista e caricati su youtube alle regie professionali con riprese aeree trasmesse in tempo reale sui social network. Una vera rivoluzione che ha reso la figura professionale del Videomaker sempre più ricercata da parte di artisti e promoters e che ha permesso agli spettatori di tutto il mondo di scoprire e vivere gli eventi anche da remoto, coltivando passione e cultura musicale anche dal proprio smartphone. 

Ma come vengono vissuti gli eventi dai nuovi protagonisti dei backstage?  Lo abbiamo chiesto a chi ha curato le riprese di questo paradiso millenario,  con una tecnica piuttosto insolita… 

Raccontaci un pò di te, del tuo background e del tuo rapporto artistico con la musica elettronica. 
Mi chiamo Giovanni Brega ma tutti mi conoscono come Gió Brega, che ormai posso considerare il mio nome d’arte. Lavoro da anni come videomaker freelance nel settore degli eventi e dei live, dove la sfida consiste nella ricerca della ripresa; posso dire quindi di essere cresciuto nei club toscani, che mi hanno dato la possibilità di unire la mia passione per la videografia con quella per la musica elettronica. Dopo molti anni in questo settore, puoi immaginare la mia reazione quando Luca mi ha contattato per parlarmi del progetto: non ho potuto dire di no!

Dietro una diretta come questa c’è sicuramente un grande lavoro di regia e studio delle immagini. Quali sono stati le fasi del processo di produzione e come hai scelto l’attrezzatura da utilizzare? 
La prima volta che ho visitato la location ho pensato subito di fare una produzione pura e senza color grading; volevamo creare qualcosa di diverso rispetto alle dirette che avevo visto negli ultimi tempi. Così ho studiato gli orari per sfruttare al meglio la luce del tramonto e la luna piena, che in quella settimana ha contribuito a rendere l’atmosfera davvero unica. Ho scelto di non usare grandangolari. Ho portato con me due camere fisse Sony A7 III e una con stabilizzatore guidata da me. Credo che proprio questa ci abbia regalato le immagini più emozionanti. Per le riprese aeree invece ho utilizzato droni Mavic ProTutto il lavoro è stato girato e registrato in one take con una post produzione molto pulita. Tutte e cinque le camere erano spesso in synch con la musica: a Luca interessava più l’emozione del momento che l’estrema perfezione in post produzione.

Qual è la cosa che più ti ha entusiasmato di questo progetto? 
Come ti ho detto sono un grande appassionato di musica elettronica e avevo già fatto lavori in questo campo, ma mai un live stream di questo livello. Per me e’ stata un esperienza nuova ma soprattutto una sfida nel cercare di contribuire al messaggio che Luca voleva trasmettere utilizzando il linguaggio dei nuovi media.

Negli ultimi anni i video sono diventati uno strumento fondamentale per la promozione degli artisti. Alcuni pensano che questo fenomeno abbia spostato l’attenzione su aspetti estetici togliendo spazio alla qualità delle performance. Altri credono che sia stato un trampolino di lancio che ha permesso di mostrare al mondo le proprie capacità tecniche e stilistiche. Qual è il tuo pensiero a riguardo e quanto incide il ruolo del videomaker in questo frangente? La musica aiuta il video ed il video aiuta la musica, si valorizzano a vicenda. Oggigiorno la tecnologia ci permette di fare cose che solo qualche anno fa erano impensabili e realizzabili solo con grandi budget; pensa che una volta avresti dovuto noleggiare un elicottero per girare un’aerea! Tutto questo oggi e’ un industria importante al servizio della musica. Si può bluffare ma se una cosa e’ pura te ne accorgi, per questo credo che il ruolo del singolo individuo sia sempre quello che fa la differenza.  Il confronto, lo scambio tra menti simili, lavorare insieme sul tipo di linguaggio che si vuol utilizzare; la tecnica ci viene incontro e ci offre infinite possibilità ma a trasmettere un emozione e’ sempre l’essere umano.


Dance in the Moonlight

BRIGHT FESTIVAL EVENTS

DANCE IN THE MOONLIGHT

31.12.2019

New Year’s night lights up between digital arts, lighting design and electronic music, under the illuminated arches of one of the most historical monuments in all of the city of Florence: Torre di San Niccolò…

Videomapping by The Fake Factory welcomed 2020 on the banks of the Arno with the soundtrack by the special guest Matthew Herbert, composer and electronic innovator who produced and collaborated with numerous world-renowned artists, such as Björk, R.E.M., Quincy Jones and many others.

An event created in collaboration with the Comune Di Firenze, F-Light, Mus.e and Lattex Plus.